HomeMagazineCos’è la Stationality di una Radio?

Cos’è la Stationality di una Radio?

Cos’è la Stationality e perché è il Fattore Chiave per il successo di una Radio?

Cos’è la Stationality di una Radio?

La Stationality governa le scelte dell’intera Emittente Radiofonica, o meglio, così dovrebbe essere se si vuol rendere il brand chiaro nella testa degli ascoltatori. A mio avviso, la Stationality andrebbe scelta, stabilita e disegnata con cura prima di mettere in piedi il proprio progetto radiofonico o prima di compiere qualsiasi scelta per un riposizionamento della propria Emittente. La Stationality infatti non dovrebbe essere il banale risultato ottenuto come risultante di tutte le scelte fatte durante il percorso ma quel GOAL da raggiungere stabilito prima di cominciare a compiere scelte.
La Stationality in sostanza deve rispondere a queste due domande fondamentali: A chi voglio comunicare (target) e chi devo essere per raggiungere quel Target?

Il termine Stationality nasce dall’unione di due parole:
– Station (Stazione Radiofonica)
– Personality (la Personalità)

Quindi, volendo trovare una definizione: la Stationality non è altro che la Personalità di un’Emittente Radiofonica: l’insieme delle caratteristiche distintive che rendono unica e distinguibile una Stazione Radiofonica dall’altra e che ogni Editore e Station Manager dovrebbero tenere in considerazione come guida per determinare tutte le scelte della propria Emittente.

Stationality di una Radio: le componenti che la determinano

La realtà e molto complessa e le componenti sono varie e numerose, a volte sono delle sfumature, ma cercherò comunque di riassumere quali sono gli elementi principali che contribuiscono a delineare la Stationality di una Radio:

  • La Musica: il tipo di musica, la quantità di musica, la rotazione musicale, il genere musicale, la presenza di artisti italiani/stranieri, ecc..

  • I Conduttori Radiofonici: lo stile e le personalità dei conduttori radiofonici, la quantità di presenza on air, la durata degli interventi, gli argomenti trattati, lo stile di conduzione, il ritmo e tanti altri fattori legati alle scelte artistiche.

  • L’informazione: la quantità e la durata di tutti gli elementi che compongono il settore giornalistico di un’emittente (Giornale Radio, Gr Sportivo, Viabilità, Meteo, ecc..)

  • Il Pacchetto Sonoro: la scelta dei suoni della radio, i jingle , i liner, i droni, le basi musicali ecc..

  • Il Clock radiofonico: la struttura del o dei clock, l’alternanza di voci e musica, la quantità di pubblcità e di informazione, la varietà del clock, ecc..

Cos’è la Stationality? Guarda il Video

Semplifichiamo il concetto di Stationality

Per cercare di spiegare meglio cosa si intenda con “Personalità della Stazione Radio”, cercherò di semplificare con qualche esempio più facile da capire anche ai meno esperti.

Mi capita di chiedere agli allievi dei corsi di Radio a cura di Radiospeaker.it 3 o 4 aggettivi che darebbero ad una delle radio che ascoltano, ad esempio:

Radio24: Informata, Seria, Preparata, Imprevedibile (per via della Zanzara)

M2o: Giovanile, Dinamica. Moderna, Discotecara

Radio Italia: Tradizionale, Femminile, Dolce, Popolare

Questi aggettivi che vengono espressi da alcuni dei nostri allievi in modo spontaneo, sono il frutto dall’unione di tutti quegli elementi di cui parlavamo prima ( sono la sintesi di musica, clock, conduttori, informazione, pacchetto sonoro, scelte artistiche, ecc…) e riassumono in sintesi la personalità di quelle emittenti radio. (Spero che nessuno si offenda).

Se ci pensate un attimo, sono aggettivi che ognuno di noi potrebbe dare anche ad una sola persona. Questo conferma il concetto secondo cui la radio viene scelta dagli ascoltatori come se fosse il passeggero seduto al fianco del guidatore, quella compagnia che scegliamo durante i nostri tragitti in auto o durante le nostre giornate in ufficio o in casa. La radio, con la sua Stationality, è quella “persona” o “quell’insieme di persone” con cui scegliamo di passare del tempo durante la nostra giornata, a volte per tutta la vita (che romantico!).

Provate ad immaginare una persona giovanile, dinamica, discotecara. (m2o) o una persona femminile, dolce e tradizionale (Radio Italia) o una persona seria, preparata ma imprevedibie (Radio 24).  Gli stessi aggettivi che daremmo ad una sola persona, li stiamo dando ad un’azienda radiofonica fatta a volte da centinaia di persone.

La qualità principale della Stationality: la chiarezza

Stationality Emittente Radio Giorgio d'Ecclesia

Proprio questo rende la Stationality così importante: sono stati molto bravi gli station manager che sono riusciti a rendere chiare nella testa degli ascoltatori le caratteristiche principali della radio, ovvero la propria Stationality.

Questa chiarezza permetterà agli ascoltatori di scegliere la nostra radio quando sarà alla ricerca delle “nostre” caratteristiche e, nella migliore delle ipotesi, di memorizzare la nostra radio tra le prime 5 della propria autoradio. Se sono alla ricerca di qualcosa di ritmato, dance, moderno non avrò dubbi: cliccherò su m2o; se ho bisogno di informazione seria e preparata, aggiornamenti e approfondimenti socio-politicp-economici andrò dritto su Radio 24, se invece sono alla ricerca di qualcosa di rassicurante, dolce e popolare mi dirigerò verso su Radio Italia. E se già so che le mie esigenze sono molto spesso queste, memorizzerò m2o, Radio24 e Radio Italia nelle prime 3 posizioni della mia radio.

Tornando all’inizio, quando vi dicevo che “la Stationality governa le scelte dell’intera Emittente Radiofonica”, ora potrebbe esservi più chiaro il motivo. La scelta del tipo di musica, di conduzione, di pacchetto sonoro, d’informazione, di clock dovrà rispettare le caratteristiche della Stationality scelta “a monte” per non tradire quel “patto non scritto” e quel rapporto di fiducia che si è creato tra emittente e ascoltatori.

Provate ad immaginare se su Radio Italia passasse un brano dei Metallica e improvvisamente un giorno trovassi Ringo alla conduzione, magari con un pacchetto sonoro dance!?!?! Gli ascoltatori ne rimarrebbero stupiti, forse delusi e non si troverebbero più “a proprio agio” con quella radio. Avremmo tradito quel patto di fiducia.

E voi, avete già definito la Stationality della vostra Emittente Radiofonica? O meglio, i vostri ascoltatori, hanno chiare le caratteristiche che rendono la vostra radio unica, distinguibile ed identificabile?

Individua la Stationality della tua Radio

Per aiutare le Emittenti Radiofoniche ad individuare la strategia vincente per posizionarsi sul mercato abbiamo ideato un servizio di Consulenza Radiofonica personalizzata.

Affianchiamo alle tante domande e dubbi legati al mondo della radio, agli strumenti, alla strategia, al clock, alla gestione delle risorse umane, alla musica e molto altro. Potrai chiedere una consulenza presso i nostri studi, online o telefonica, troverai personale pronto a rispondere ad ogni tua esigenza.

Cos’è la Stationality?

la Stationality non è altro che la Personalità di un’Emittente Radiofonica: l’insieme delle caratteristiche distintive che rendono unica e distinguibile una Stazione Radiofonica dall’altra e che ogni Editore e Station Manager dovrebbero tenere in considerazione come guida per determinare tutte le scelte della propria Emittente. (Giorgio d’Ecclesia).

Giorgio d'Ecclesia

Giorgio d'Ecclesia

Founder & Ceo di Radiospeaker.it, Dizione.it e Programmiradiofonici.it. Conduttore radiofonico per Radio Globo, Organizzatore del World Radio Day, Autore del libro "Teorie e Tecniche di Conduzione Radiofonica". Consulente e Formatore Radiofonico. Leggi i miei articoli

Articoli popolari

Il Ruggito del Coniglio live su Radiospeaker.it

Il Ruggito del Coniglio live su Radiospeaker.it

X Factor, la gaffe di Sfera Ebbasta con Radio Zeta

X Factor, la gaffe di Sfera Ebbasta con…

Articoli recenti

Su Rai 2 arriva Summer Hits con Andrea Delogu e Stefano De Martino

Su Rai 2 arriva Summer Hits con Andrea…

Su RDS arriva Francesca Romana D’Andrea

Su RDS arriva Francesca Romana D’Andrea

Gianluca Vacchi: Mucho Mas. Anche Radio Globo nel docufilm su Prime Video

Gianluca Vacchi: Mucho Mas. Anche Radio Globo nel…

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità del Settore Radiofonico.