Radio Web Stereo: Intervista a Giancarlo De Vincentis

Interviste

Radio Web Stereo: Intervista a Giancarlo De Vincentis

Oggi Radiospeaker.it incontra Giancarlo De Vincentis, editore e direttore artistico di radiowebstareo.it (RWS).

Ciao Giancarlo, qual è il tuo ruolo all’interno di Radio Web Stereo?

Sono editore ed direttore artistico di www.radiowebstereo.it, all'interno della quale, svolgo anche il ruolo di speaker, oltre ad occuparmi della creazione del sound design per il quale l'Emittente si poggia anche sul suo studio on-line (www.speakersitalia.com).

Come è nato il progetto della tua Web Radio?

Come spesso accade per molte cose, è nata per gioco. Esattamente come io stesso mi sono avvicinato al mondo della radiofonia nel 2004, un anno prima della nascita di RWS dopo aver accumulato nei 10 anni precedenti un ampio bagaglio di esperienze musicali ed attoriali.

Qual è il pubblico a cui si rivolge Radio Web Stereo?

Dopo sei anni di permanenza sul web, Radio Web Stereo si rivolge ormai ad un ampio pubblico con un target mediamente dai 18 ai 40 anni. Inoltre, importanti e recenti collaborazioni, come syndication in fm per la ritrasmissione di RWS e dei suoi contenuti, hanno significativamente aumentato il pubblico a cui ci rivolgiamo. I risultati del nostro lavoro sono confermati dalle statistiche di ascolto e di accesso al nostro website oltre che da importanti riconoscimenti, come ad esempio nel 2009 il Premio Internazionale Proarte per la Comunicazione sul Web.

Qual è la differenza tra la vostra Emittente e le altre web radio?

La serietà; l'accostamento professionale sia degli esperti del settore e non all'attività quotidiana di RWS; la formazione interna dello Staff, dei suoi Speakers e della sua Redazione. Durante le nostre trasmissioni pressochè nulla è lasciato al caso: il tipo di conduzione in relazione al format, quale timbrica vocale usare, in quale percentuale usare la dizione (poichè oggi non è più uno standard comunicativo, almeno nella radiofonia, come ad esempio lo è ancora nel doppiaggio), cosa dire, cosa dire eventualmente, cosa non dire assolutamente, la scelta delle modalità di interazione con il pubblico. Risposte serie e precise alle mail inviateci, in perfetto italiano e rigorosamente in orario di ufficio.

Dal punto di vista musicale su quale genere vi orientate?

Benchè Radio Web Stereo segua la diffusione musicale relativa alle classifiche nazionali ed internazionali, vengono effettuate chiare scelte artistiche nella struttura della nostra selezione musicale. La realizzazione e la messa in onda di innumerevoli rubriche musicali, le quali sono posizionate ogni 30 minuti all'interno del nostro clock, nonchè la messa in onda di notti a tema musicale, permettono di creare un'ampia fruizione di generi: dal cantautorato, al jazz, al rock, al gospel, all'ambient, alla musica classica, ecc. ecc. La corretta distribuzione dell'ampia proposta musicale di RWS, che deriva da un attento studio del nostro palinsesto e della fruizione da parte del nostro pubblico, ne permette la differenziazione durante fasce giornaliere del target di ascolto.

Tutti gli elementi fin qui brevemente esposti hanno costituito la realtà quotidiana di RWS e i suoi traguardi professionali ampiamente confermati, anche per il sottoscritto, durante questo 2011 prendendo parte ad un progetto radiofonico di una grande e nota azienda. Credo di poter asserire che per tutti i nostri ascoltatori che ci seguono quotidianamente, mediamente da quattro continenti per un complessivo di 37 Paesi, che Radio Web Stereo sia la loro abitudine più bella!

Stai seguendo Radiospeaker.it, cosa ne pensi del lavoro che stiamo facendo?

Conosco da poco la Vostra realtà che mi auguro possa continuare a crescere, seguendo gli obiettivi di diffusione del mezzo radiofonico in tutte le sue accezioni, favorendone sempre trasparenza ed autenticità. Vi auguro buon lavoro e Vi ringrazio per avermi proposto questa intervista.

Articolo di Giuseppe Opromolla