Le Radio Universitarie ricordano Antonio Megalizzi con una maratona in suo onore

Curiosità Radiofoniche

Le Radio Universitarie ricordano Antonio Megalizzi con una maratona in suo onore

Le radio universitarie italiane, appartenenti al network RadUni (Associazione degli operatori radiofonici universitari), si uniscono per dare vita ad una maratona in memoria di Antonio Megalizzi, il giovane giornalista radiofonico morto nell’attentato a Strasburgo.

Finora le emittenti sono rimaste in disparte, limitandosi a comunicare gli aggiornamenti per scongiurare notizie false. “Abbiamo preferito il silenzio in questi giorni difficili rispetto alle parole” scrive Unica Radio, emittente universitaria di Cagliari, “Chi, come voi, conosce bene la radio sa che le parole non sono le uniche cose importanti. Il silenzio, le pause sono forse anche più importanti, perché colpiscono il lato più naturale della nostra percezione”. Anche RadUni si è unita a questa linea: “Abbiamo messo da parte il nostro ruolo di comunicatori, preferendo rispondere alla nostra coscienza di amici, amiche e compagni di lavoro”.

Il network radiofonico ha, inoltre, specificato che i membri dello staff presenti a Strasburgo durante l’attentato erano quattro: due di loro hanno perso la vita, Antonio e Bartek, gli altri due ragazzi, invece, sono riusciti a tornare a casa.

Alle 14:30 di giovedì 20 dicembre, nel Duomo di Trento, si terrà il funerale di Antonio e, per il giorno successivo, gli studenti dell’Ateneo cittadino hanno organizzato una fiaccolata in sua memoria, che partirà dal Dipartimento di Lettere dell’Università.

Nel giorno del rito funebre, RadUni manderà avanti una maratona della durata di 48 ore, dalla mezzanotte del 20 dicembre alle 24:00 del 21 dicembre. A turno, le emittenti del network riproporranno il lavoro fatto da Antonio per Europhonica, un progetto internazionale che unisce radio ed Europa (ne abbiamo parlato in questo articolo).

“Questa diretta congiunta è solo la prima di una serie di iniziative che intraprenderemo in memoria di Antonio Megalizzi”, scrivono i ragazzi di UniVersoMe, radio universitaria di Messina inserita nella lunga lista di realtà che hanno deciso di supportare la maratona. L’associazione RadUni ha supportato la famiglia di Antonio, anticipando ulteriori iniziative in memoria del ragazzo e del suo collega francese Bartek, anche in vista del prossimo Festival delle Radio Universitarie.

Un dolore profondo si è trasformato in coesione, in supporto e in determinazione, per portare avanti il progetto di Antonio, insieme.

Radiospeaker