Radio in spiaggia: di compagnia o invadente?

Curiosità Radiofoniche

Radio in spiaggia: di compagnia o invadente?

Sdraiati al sole oppure in veranda dopo una bella giornata di mare, la radio è spesso la compagna ideale per le nostre vacanze. Non so il perchè, ma se in montagna preferisco ascoltare il silenzio o al massimo i rumori della natura, al mare la radio non puo' davvero mancare; e se manca... beh, si ascolta quello che passa in convento, ovvero la radio in diffusione nello stabilimento balneare.

Chi di voi è però stato sulla costa adriatica avrà avuto il piacere di ascoltare una beach radio. Sulla costa adriatica si sono inventati una radio diffusa attraverso diversi altoparlanti posti a 90 metri di altezza. Lo scopo finale è quello di pubblicizzare i locali della riviera, ma la parvenza vuole essere quella di una radio di compagnia. All'inizio di ogni trasmissione (alle 11 e alle 16 di ogni giorno) possiamo ascoltare un intervento di 2 speaker che salutano gli ascoltatori / bagnanti / spiaggiati. Subito dopo ecco il primo treno pubblicitario, poi 3 canzoni e poi ancora pubblicità per tutto il resto della trasmissione.

I locali della riviera romagnola sono praticamente uno attaccato all'altro, per cui gli indirizzi in realtà servono a poco,altrettanto invece non si puo' dire delle fermate dei bus, tutte riportate negli spot. Nel periodo in cui mi è capitato di sentire questa sorta di radio sulla spiaggia mi sono sempre chiesto se fosse utile a qualcuno o se alla fine non finisse addirittura per risultare invadente.

Una cosa è certa: sentendo quella radio e ascoltando con orecchio clinico i testi e l'interpretazione degli spot pubblicitari il mio lavoro non mi è mancato! Voi credete che una radio del genere possa essere utile o addirittura controproducente?

Articolo a cura di Mario Loreti